Storia

Il gatto Suphalak , il gatto siamese , il gatto Korat e il gatto Ninlachak in Tamra Maew (The Cat-Book Poems) si pensa provengano dal regno di Ayutthaya (1351-1767 d.C.). Più di una dozzina sono ora conservate nella Biblioteca Nazionale della Thailandia .

Origini -

Tailandia

Sia una descrizione che una raffigurazione del Wichienmaat (gatto siamese) appaiono per la prima volta in una raccolta di antichi manoscritti chiamati Tamra Maew (The Cat-Book Poems) che si pensa provengano dal Regno di Ayutthaya (1351-1767 d.C.). Più di una dozzina sono ora conservate nella Biblioteca nazionale della Thailandia , mentre altre sono riemerse al di fuori della Thailandia e ora si trovano nella British Library e nella National Library of Australia. Oltre al vecchio gatto siamese, il Tamra Maew descrive anche altri gatti del patrimonio della Thailandia tra cui il gatto Korat (Malet) che sono ancora allevati per la conservazione in Thailandia oggi e sono diventati popolari in altri paesi, e il gatto Konja (gatto nero), Suphalak (Una controversia nel gatto birmano ).

Quando la capitale Ayutthaya fu saccheggiata il 7 aprile 1767 alla fine della guerra birmano-siamese, l'esercito birmano bruciò tutto in vista e tornò in Birmania portando con sé come prigionieri nobili siamesi e membri della famiglia reale. Le immagini del Buddha furono fatte a pezzi per il loro oro e tutti i tesori reali furono rubati. La leggenda thailandese narra che il re birmano Hsinbyushin abbia trovato e letto la poesia per i gatti thailandesi nel Tamra Maew. La poesia descrive tutti i gatti tailandesi come rari come l'oro e chiunque possieda questo gatto diventerà ricco. Ha detto al suo esercito di radunare tutti i gatti Suphalak e riportarli in Birmania insieme agli altri tesori. Oggi in Thailandia questa leggenda viene raccontata come una spiegazione divertente del motivo per cui tutti i gatti tailandesi sono così rari.

siamese

Re Prajadhipok dopo il giorno della sua incoronazione, circondato dalle dame di corte che portano le sue insegne e un gatto siamese , il gatto simboleggia la "domesticità".

Wankee, nato nel 1895 a Hong Kong, divenne il primo campione siamese del Regno Unito nel 1898.

Mentre questo esemplare di qualità da esposizione del 1960 mostra ancora caratteristiche relativamente moderate, lo standard di razza stava preparando il terreno per il moderno siamese, con la sua richiesta di un corpo "delicato, lungo e snello", una testa lunga che "si assottiglia in rettilineo rughe dalle orecchie al muso stretto "," orecchie grandi e dritte, larghe alla base "e coda" lunga e affusolata ".

Il gatto a punta noto in Occidente come "Siamese", riconosciuto per i suoi segni distintivi, è una delle numerose razze di gatti del Siam descritte e illustrate in manoscritti chiamati "Tamra Maew" (Cat Poems), che si stima siano stati scritti dal XIV al XVIII secolo. [2] Nel 1878, il presidente degli Stati Uniti Rutherford B. Hayes ricevette il primo siamese documentato a raggiungere gli Stati Uniti, un gatto di nome "Siam" inviato dal console americano a Bangkok. [3] Nel 1884, il console generale britannico a Bangkok , Edward Blencowe Gould (1847-1916), [4] portò in Gran Bretagna una coppia riproduttiva di gatti, Pho e Mia, come regalo per sua sorella, Lilian Jane Gould (che, sposata nel 1895 come Lilian Jane Veley, [5] ha co-fondato il Siamese Cat Club nel 1901). Nel 1885, i gatti britannici di Gould, Pho e Mia, produssero tre gattini siamesi - Duen Ngai, Kalohom e Khromata - che furono mostrati con i loro genitori quello stesso anno al Crystal Palace Show di Londra. Il loro aspetto unico e il loro comportamento distinto hanno attirato l'attenzione, ma tutti e tre i gattini sono morti subito dopo lo spettacolo, la loro causa di morte non è stata documentata. [6]

Nel 1886, un'altra coppia (con gattini) fu importata nel Regno Unito da Eva Forestier Walker (soprannominata Vyvyan dopo il matrimonio del 1887) [7] e sua sorella, Ada. Rispetto ai British Shorthair e ai gatti persiani che erano familiari alla maggior parte dei britannici, questi siamesi di importazione erano più lunghi e meno "cobby" nei tipi di corpo, avevano teste meno arrotondate con musi a forma di cuneo e avevano orecchie più grandi. Queste differenze e il modello del mantello appuntito, che non erano mai stati visti prima nei gatti dagli occidentali, hanno prodotto una forte impressione: uno dei primi spettatori li ha descritti come "un incubo innaturale di un gatto". Negli anni successivi, gli allevatori importarono un piccolo numero di gatti, che insieme formarono il pool di riproduzione di base per l'intera razza in Gran Bretagna. Si ritiene che la maggior parte dei siamesi in Gran Bretagna oggi discenda da circa undici di queste importazioni originali. Nei loro primi giorni in Gran Bretagna, erano chiamati il ​​"gatto reale del Siam", a testimonianza dei rapporti secondo cui in precedenza erano stati tenuti solo dai reali siamesi. [8] Ricerche successive non hanno mostrato prove di alcun programma di allevamento reale organizzato in Siam. [2] Le importazioni originarie siamesi erano gatti di taglia media, piuttosto allungato, muscolosi, aggraziati con teste e orecchie moderatamente cuneiformi che erano relativamente grandi ma proporzionate alle dimensioni della testa. I gatti variavano da sostanziosi a snelli, ma non erano estremi in entrambi i casi.

Vecchio gatto siamese con il re Ananda Mahidol , la principessa Galyani Vadhana e il re Bhumibol Adulyadej della Thailandia .

Siamese tradizionale contro sviluppo moderno

Articolo principale: gatto thailandese

Negli anni '50 -'60, mentre il siamese stava aumentando in popolarità, molti allevatori e giudici di mostre feline iniziarono a preferire l'aspetto più snello. Come risultato di generazioni di allevamento selettivo, hanno creato gatti sempre più lunghi, dall'ossatura fine e dalla testa stretta; alla fine lo spettacolo moderno Siamese è stato allevato per essere estremamente allungato, con un corpo snello e tubolare, gambe lunghe e snelle, una coda molto lunga e molto sottile che si assottiglia gradualmente in una punta e una lunga testa a forma di cuneo sormontata da estremamente grande, orecchie larghe.

Verso la metà degli anni '80, i gatti dello stile originale erano in gran parte scomparsi dalle mostre feline, ma alcuni allevatori, in particolare nel Regno Unito, continuarono a riprodurli e registrarli, dando luogo a due tipi di siamesi odierni: il moderno "stile spettacolo" ", siamese standardizzato, e il" siamese tradizionale ", discendevano entrambi dagli stessi lontani antenati, ma con pochi o nessun antenato recente in comune, e formavano effettivamente sottorazze distinte, con una certa pressione per separarli completamente.

Oltre alla moderna categoria di razza siamese, The International Cat Association (TICA) e la World Cat Federation (WCF) ora accettano gatti siamesi di tipo meno estremo e qualsiasi gatto wichianmat importato direttamente dalla Thailandia, con il nuovo nome di razza Thai [ 9] [10] Altri nomi, per lo più non ufficiali, per la varietà tradizionale sono "Siamese vecchio stile", "Siamese classico" e "Testa di mela" (originariamente un soprannome dispregiativo coniato dagli allevatori di siamese di tipo moderno). [11]

Aspetto

Seal tabby silver siamese.

Gatto siamese punto lilla.

Seal point cuccioli siamesi.

Vista laterale della testa di un adulto seal point.

Grafico genetico siamese.

Lo standard di razza del moderno siamese richiede un corpo allungato, tubolare e muscoloso e una testa triangolare, che forma un triangolo perfetto dalla punta del naso a ciascuna punta dell'orecchio. Gli occhi sono a mandorla e azzurri, mentre le orecchie sono grandi, a base larga e posizionate più verso il lato della testa. La razza ha un collo lungo, una coda sottile e una pelliccia corta, lucida, fine e aderente al corpo senza sottopelo. Il suo schema di colori appuntito e gli occhi azzurri lo distinguono dall'oriental Shorthair . Il siamese moderno condivide il modello di colore appuntito con il thailandese , o siamese tradizionale, ma differiscono per tipo di testa e corpo.

Il modello appuntito è una forma di albinismo parziale, derivante da una mutazione della tirosinasi , un enzima coinvolto nella produzione di melanina. L'enzima tirosinasi mutato è sensibile al calore; non funziona a temperature corporee normali, ma si attiva nelle zone più fredde (<33 ° C) della pelle. [12] Ciò si traduce in una colorazione scura nelle parti più fredde del corpo del gatto, comprese le estremità e il viso, che viene raffreddato dal passaggio dell'aria attraverso i seni . Tutti i gattini siamesi, sebbene puri crema o bianchi alla nascita, sviluppano punti visibili nei primi mesi di vita nelle parti più fredde del loro corpo. [13] Quando un gattino ha quattro settimane, i punti dovrebbero essere sufficientemente distinguibili per riconoscere di che colore sono. I gatti siamesi tendono a scurirsi con l'età e, in generale, i siamesi adulti che vivono in climi caldi hanno cappotti più chiari di quelli in climi freddi. Originariamente la stragrande maggioranza dei siamesi aveva punti di foca (marrone estremamente scuro, quasi nero), ma occasionalmente i siamesi sono nati con punti "blu" (un grigio freddo), geneticamente una diluizione del punto di tenuta; punti cioccolato (marrone più chiaro), una variazione genetica del seal point; o punti lilla (grigio caldo pallido), geneticamente un cioccolato diluito. Questi colori sono stati inizialmente considerati punti di tenuta "inferiori" e non erano qualificati per l'esposizione o la riproduzione. Tutte queste tonalità sono state infine accettate dalle associazioni di razza e sono diventate più comuni attraverso programmi di allevamento mirati specificamente alla produzione di questi colori. Successivamente, l'incrocio con altre razze ha sviluppato gatti misti siamesi con punti in altri colori e modelli di gatti, tra cui punto rosso e crema, punto di lince (tabby) e punto di guscio di tartaruga ("tortie"). (Per ulteriori informazioni sulla terminologia del mantello di gatto, vedere Genetica del mantello di gatto .)

Nel Regno Unito, tutti i gatti in stile siamese a punta sono considerati parte della razza siamese. Negli Stati Uniti, un importante registro di gatti, la Cat Fanciers 'Association, considera solo i quattro colori originali della pelliccia come siamesi: seal point, blue point, chocolate point e lilac point. I gatti orientali a pelo corto con punti di colore nei colori o motivi diversi da questi quattro sono considerati peli corti con punti di colore in quel registro. Anche la World Cat Federation ha adottato questa classificazione, trattando il punto di colore Capelli corti come una razza distinta. [10]

Molti gatti siamesi thailandesi avevano un nodo alla coda, ma negli anni questo tratto è stato considerato un difetto. Gli allevatori l'hanno ampiamente sradicato, ma la coda attorcigliata persiste tra i gatti di strada in Thailandia.

Temperamento

I siamesi sono solitamente gatti molto affettuosi e intelligenti, rinomati per la loro natura sociale. A molti piace stare con le persone e talvolta vengono descritti come "estroversi". Spesso si legano fortemente a una singola persona. Alcuni siamesi sono estremamente vocali, con una voce alta e bassa - conosciuta come "Meezer", da cui prendono uno dei loro soprannomi [6] - che è stata paragonata alle grida di un bambino umano e persistente nel richiedere attenzioni . Questi gatti sono tipicamente attivi e giocherelloni, anche da adulti, e sono spesso descritti come un comportamento più simile a un cane rispetto ad altri gatti. [14] [15]

MENÙ

0:00

Suono "Meezer" di un gatto siamese.

I gatti siamesi, per il loro desiderio di stare vicino a persone o altri gatti, occasionalmente soffrono di depressione se lasciati soli per lunghi periodi di tempo, ed è per questo motivo che i gatti siamesi vengono spesso acquistati in coppia in modo che possano tenersi compagnia l'un l'altro . [16]

Salute

Questo gatto siamese mostra il tratto un tempo comune strabico che è stato in gran parte allevato.

Sulla base dei dati assicurativi svedesi, che hanno monitorato i gatti solo fino a 12,5 anni, le razze di derivazione siamese e siamese hanno un tasso di mortalità più elevato rispetto ad altre razze. La durata media della vita del gruppo siamese era compresa tra 10 e 12,5 anni. Il 68% ha vissuto fino a 10 anni o più e il 42% fino a 12,5 anni o più. Siamese Scooter detiene il record di gatto maschio più vecchio del mondo, morendo all'età di 30 anni. [17] La maggior parte dei decessi è stata causata da neoplasie , principalmente tumori mammari . Il siamese ha anche un più alto tasso di morbilità. Sono a più alto rischio di problemi neoplastici e gastrointestinali ma hanno un minor rischio di malattie del tratto urinario inferiore felino . [18] [19] I dati della clinica veterinaria in Inghilterra mostrano una vita media più alta di 14,2 anni. [20]

La varietà più comune di atrofia retinica progressiva (PRA) nei gatti (tra cui l'abissino, il somalo e il grande gruppo di razze imparentate con il siamese) è correlata a una mutazione del gene rdAc, per il quale è necessario un test del DNA a disposizione. [21]

Lo stesso allele albino che produce punti colorati significa che gli occhi azzurri dei gatti siamesi mancano di un tapetum lucidum , una struttura che amplifica la luce fioca negli occhi degli altri gatti. La mutazione nella tirosinasi provoca anche connessioni neurologiche anormali tra l'occhio e il cervello. [22] Il chiasma ottico ha un cablaggio anormale non incrociato; molti dei primi siamesi erano strabici per compensare, ma come le code piegate, gli occhi incrociati sono stati visti come un difetto e, a causa dell'allevamento selettivo, il tratto è molto meno comune oggi. Tuttavia, questa mancanza di un tapetum lucidum anche nei gatti con gli occhi non incrociati provoca una riduzione della vista notturna per il gatto. Questo tratto ha portato alla loro dipendenza e interesse per gli esseri umani, poiché influisce sulla loro capacità di caccia, una caratteristica desiderabile per molti proprietari. Tuttavia, li rende anche vulnerabili ai pericoli urbani come il traffico veicolare notturno. A differenza di molti altri gatti bianchi con gli occhi azzurri , [23] i gatti siamesi non hanno una ridotta capacità uditiva.

Inoltre, il gatto siamese è più incline rispetto ad altre razze a infezioni polmonari, specialmente in età gattina, disturbo ossessivo compulsivo felino, malattia vestibolare e sindrome da iperestesia felina . [24]

siamese gene